DETTAGLIO

COOPERAZIONE, SÌ DEL CONSIGLIO REGIONALE ALLA NUOVA LEGGE

COOPERAZIONE, SÌ DEL CONSIGLIO REGIONALE ALLA NUOVA LEGGE

Ottolini: grande impulso a impresa al servizio delle comunità

Categorie: Confcooperative Lombardia

Tags: legalità,   Legge cooperazione Lombardia,   Cooperative Comunità

“La Lombardia è una regione a grande tradizione cooperativa. Questa legge dà un forte impulso alla cooperazione, da sempre impresa e strumento al servizio delle comunità. Esprimiamo grande soddisfazione per il larghissimo consenso che ha accompagnato l'approvazione bipartisan del provvedimento". A dichiararlo Maurizio Ottolini, Presidente dell'Alleanza delle Cooperative Italiane Lombardia (Confcooperative, Legacoop, Agci), commentando l'approvazione della Legge sulla cooperazione votata oggi dal Consiglio Regionale della Lombardia.

“Il movimento cooperativo – continua - ha apprezzato l’approccio di questa legge che non inquadra le cooperative solo come un modello imprenditoriale, proponendo semplicemente misure a sostegno del settore, ma ne valorizza, invece, i tratti di strumento capace di favorire la partecipazione dei cittadini. Non posso che ringraziare a tal proposito il Presidente del Consiglio Regionale Raffaele Cattaneo, il relatore Carlo Malvezzi e i gruppi consiliari di maggioranza e opposizione”.

“Tra gli interventi maggiormente incisivi – sottolinea - ricordiamo il riconoscimento delle Cooperative di comunità, che favoriscono il coinvolgimento attivo dei cittadini nella gestione dei servizi pubblici e del ruolo cardine della cooperazione sociale nell’inserimento lavorativo di persone svantaggiate. Centrale anche il tema della legalità, con cui la cooperazione lombarda ha voluto misurarsi proponendo lo scorso luglio un emendamento in materia di affidamenti. Con l’applicazione della norma il sistema cooperativo lombardo diventa così il primo settore produttivo in Italia ad autopromuovere misure a tutela della trasparenza nei rapporti tra cooperative e enti pubblici”.

Contro l’illegalità, il Consiglio della Regione Lombardia ha inoltre approvato oggi, nel corso della seduta, una proposta di legge al Parlamento per il contrasto alle false cooperative. Un provvedimento che ricalca la proposta di legge di iniziativa popolare ‘Stop alle false cooperative’ promossa in tutta Italia dall’Alleanza delle Cooperative Italiane. “Una battaglia di legalità – conclude Ottolini - sostenuta in questi mesi anche dal Consiglio Regionale, a riprova che Regione Lombardia crede nella cooperazione ed è dalla nostra parte nella lotta serrata contro la cattiva cooperazione".   

Questi i numeri della cooperazione in Lombardia: 2 milioni di soci, un volume d’affari di oltre 12 miliardi di euro e più di 124 mila occupati (il 63% donne), di cui 4 mila svantaggiati. La cooperazione occupa posizioni di leadership in importanti comparti produttivi dell’economia regionale: in termini di fatturato, rappresenta il 25% del valore complessivo dell’agroalimentare lombardo, il 60% della produzione di latte e il 45% di una produzione di eccellenza come il Grana Padano DOP. Sono 200 mila le famiglie che in Lombardia hanno costruito casa in cooperativa e oltre 1 milione i cittadini che usufruiscono dei servizi socio-sanitari e di welfare. Il 13% degli sportelli bancari lombardi sono banche di credito cooperative.

Altri link